BLOG

LA ZONA MIGLIORE DEL PAESE

Quando si valuta un immobile si deve tener conto di diversi fattori, uno di questi è la zona.

Molti ritengono che questo parametro giochi un ruolo determinante nell'influenzare la scelta del potenziale acquirente, oltre a far lievitare il prezzo della casa. In realtà le cose non stanno proprio così, e in questo articolo spiegheremo il perchè.

Nel nostro lavoro capita spesso di incontrare proprietari che il più delle volte, quando ci descrivono l'immobile che desiderano vendere, fanno spesso riferimento alla "zona", evidenziando come la stessa (per svariati motivi) sia la migliore del paese. E questo accade indipendentemente... dalla zona!

Che si parli dunque di una casa in centro o di una in periferia, di una vicino al cinema o di un'altra nei pressi del Convento, ciascun proprietario tende a far valere la propria zona di appartenenza, a sottolineare come sia la zona più bella tra tutte. Se lo fanno con noi per cercare di ottenere una valutazione più alta, è molto probabile che lo facciano anche con gli acquirenti. Peccato che questo sforzo di convincimento sia del tutto vano. Per una serie di motivi che elencheremo di seguito.
Innanzitutto, se una persona ha scelto di vedere la vostra casa in vendita, il più delle volte sa già dove è ubicata, per cui si pressupone che la zona sia di gradimento. In secondo lugo le ragioni per cui sponsorizzate la vostra zona possono essere del tutto irrilevanti per chi sta comprando. Il più delle volte infatti, semmai un cliente ci dovesse richiedere una zona rispetto ad un'altra, lo farà per ragioni differenti da quelle del venditore. L'acquirente potrebbe infatti ricercare nell'immobile la vicinanza a qualcuno (es. un parente) o qualcosa (es. il luogo di lavoro). Inoltre, anche i più strenui "amatori" di una determinata zona sono disposti a "sacrificarla" a dispetto del prezzo e della tipologia. In altre parole, se un cliente sta cercando una casa nelle vicinanze dei Salesiani e ne trova un'altra con le stesse caratteristiche, in un'altra zona, ma che costa 10mila euro in meno, indovinate un pò, quale delle due sceglierebbe?

Quello che stiamo cercando di dirvi è che la zona spesso non è un elemento discriminante nella
scelta di una casa e soprattutto non c'è una zona che costa sensibilmente più di un'altra!
Nonostante ciò, le ragioni che chi vende utilizza per convincere gli acquirenti a preferire casa sua
rispetto ad un'altra vertono spesso sulla zona. Eccone alcune:
1) C'è il supermercato vicino
Come se ce ne fosse soltanto uno in tutto il paese. Trovatemi una zona in cui nell'arco di 200
metri non ci sia un supermercato.
2) è vicino la scuola
Vedi sopra
3) Questa zona (Via Cassano) è la migliore perchè è la più vicina per Bari
Sì, è capitato anche questo!
4) Questa zona (via Matera) è la migliore perchè è più tranquilla
Sulla base di quale criterio?

Al di là di tutto, stabilire se una zona è buona oppure no è un fatto meramente soggettivo. Sicuramente nelle grandi città, l'ubicazione dell'immobile gioca un ruolo più importante. Ne deriva che avremo immobili più cari a seconda del quartiere, dei servizi presenti e anche della vicinanza alle stazioni metro. I prezzi in questi casi possono variare fino al 40%!

Tuttavia, nella nostra realtà, la percezione della zona varia da individuo a individuo. Esistono sicuramente zone più appetibili di altre (ad esempio il centro storico, a differenza di altre città più "turistiche", è meno richiesto rispetto alla periferia) ma ciò non incide significativamente sulla valutazione finale. Nonostante tutto, Via Roma e le piazze principali conservano ancora un certo fascino, per cui soltanto in determinati casi (e per determinate tipologie di immobili, come negozi e locali) è ancora possibile ricercare un prezzo leggermente più alto in base alla zona. I corsi principali e le vie più trafficate, in questo caso, valgono di più.

In definitiva, il consiglio che sentiamo di darvi se decidete di vendere casa, è quello di non fare leva sulla zona come aspetto principale e di ricordare che la stessa non fa aumentare il prezzo. Se una zona va bene o no, lo stabilisce chi compra e mai chi vende! E state pur certi che qualora la vostra zona venga preferita rispetto ad altre, mai la casa verrà pagata di più di quanto effettivamente vale.

Ritieni questo articolo interessante? Metti un "like" alla pagina Facebook

17/05/2019


L'ERRORE PIU' COMUNE CHE COMMETTE IL VENDITORE


Questo spazio è dedicato ai venditori, con la speranza di fornire utili consigli e di smuovere un mercato che per alcuni (per fortuna non troppi) è fermo ai fasti del passato.

Prima di cominciare è doveroso fare una premessa: ci rendiamo conto che la casa è per molti il bene più prezioso, per cui la decisione di venderla può spesso risultare traumatica dal punto di vista emotivio e il conseguente rischio di prendere decisioni sbagliate è quantomai concreto. Il ruolo dell'agenzia immobiliare, in quest'ottica, risulta il più importante di tutto il processo e una scelta sbagliata potrebbe pregiudicarne il buon esito.

Partiamo ora da uno dei più comuni (e più gravi) errori che un venditore commette nella scelta dell'agenzia, ossia SCEGLIERE IN BASE A CHI HA FORNITO LA VALUTAZIONE PIU' ALTA O MI HA ASSECONDATO SUL PREZZO.

Questa è senza ombra di dubbio una decisione che potrebbe a lungo termine costare caro. La ragione è piuttosto ovvia: se il prezzo del vostro immobile è troppo alto rispetto agli altri della stessa fascia, state pur certi che i potenziali acquirenti non lo prenderanno nemmeno in considerazione. La casa rimarrà invenduta per parecchio tempo e quando e se deciderete di abbassare il prezzo sarà troppo tardi. Più un immobile rimane sul mercato e più concreto sarà il rischio di svalutazione.
Ricordate che non esistono case "brutte o belle", esistono valutazioni "giuste o sbagliate"! Ed in questo periodo storico, dove il tempo è il maggior nemico, inquadrare sin da subito un range di prezzo in linea con le valutazioni di mercato è fondamentale.
Tenere sul mercato un immobile per più di 6 mesi è deleterio, lo stesso perde appeal e i potenziali acquirenti, qualora decideste di abbassare le pretese, avranno già virato su altre soluzioni più appetibili o peggio ancora sentiranno "puzza di bruciato" e saranno portati a credere che la casa ha qualche problema o che avete necessità di vendere (e quindi di svendere). Inoltre, se un cliente deve accedere ad un mutuo, la banca potrebbe fare resistenza perchè può ritenere il prezzo della casa troppo alto rispetto al suo reale valore.
Fin da subito, bisogna quindi far sì che gli acquirenti interessati percepiscano il vostro immobile come il migliore presente in una determinata fascia di prezzo. Spesso le agenzie per accattivarsi la vostra simpatia tendono a sovrastimare l'immobile il più delle volte per "tenervi contenti". Sono le stesse che tra qualche mese vi richiameranno e, considerando gli scarsi risultati ottenuti, vi proporranno un ribasso.

Troppe volte succede che i proprietari abbiano preteso più del giusto valore e a distanza di anni siano stati costretti a vendere a cifre addirittura più basse rispetto a quello che avrebbero potuto ottenere. Spesso questo accade perchè si seguono cattivi consigli e false convinzioni, o molto più semplicemente non si conosce il mercato locale. Alla luce di ciò MAI la nostra agenzia ha ritirato o ritirerà proposte che non ritiene congrue con i valori di mercato. Il nostro compito è quello di vendere alle migliori condizioni possibili nel minor tempo possibile. Il cosiddetto "affare" (se così lo vogliamo chiamare) si fa in due, non esiste affare per una sola controparte.

Pertanto, se avete deciso VERAMENTE di vendere, dovete essere il più possibile sinceri con voi stessi, ponetevi per un istante dall'altra parte del tavolo. Non pensate che la vostra casa sia la migliore di tutte, noi che ne vediamo tante vi possiamo assicurare che ne esiste sempre una che piace di più della vostra. Lasciate inoltre perdere il valore affettivo, non è quantificabile.

Ora, se avete capito la lezione, quello che dovrete fare non è nient'altro che sapere quali e quante case simile alla vostra sono state vendute nel corso degli ultimi 4/5 mesi, a che prezzo e a quale tipologia di cliente potrebbe interessare una casa con queste caratteristiche.
Poichè è difficile reperire questi dati privatamente, la cosa migliore da fare è rivolgersi ad un'agente immobiliare qualificato, e un agente immobiliare qualificato (oltre ad essere onesto e sincero) rilascia sempre una valutazione scritta, assumendosi la responsabilità di quello che dice, spiegando come è giunto a stabilire un determinato prezzo.
La casa si venderà in breve tempo solo se risulterà tra le più appetibili, se scegliete un prezzo troppo alto non farete altro che aiutare gli altri a vendere case simili. Lo ribadiamo: capire subito qual è il giusto prezzo è importantissimo. Questa è la regola principale su cui si fonda la nostra agenzia e su cui investiamo maggiormente le nostre risorse, conducendo ogni settimana approfondite analisi di mercato.



Se avete ritenuto utile questo articolo, mettete Mi Piace alla nostra pagina Facebook e seguiteci anche su Instagram. A breve nuovi consigli per i venditori!

02/05/2019